Probabilmente fra un mese ci sarà il rinnovo delle graduatorie ATA di terza fascia: la BOZZA di decreto stabilisce come finestra temporale durante la quale gli aspiranti potranno presentare domanda il periodo compreso da fine maggio a fine giugno 2024.

Le date saranno però confermate con la versione definitiva del provvedimento. Saranno messi a disposizione quindi 30 giorni.

L’avviso di pubblicazione e il decreto saranno tempestivamente pubblicati sui siti internet del Ministero dell’Istruzione e del Merito, degli Uffici Scolastici Regionali, in quelli degli Ambiti Territoriali di ciascuna provincia, delle istituzioni scolastiche, nonché sul portale InPa.

Vediamo di seguito tutti i dettagli e le novità.

 

Cosa prevede la bozza

Come si legge nella bozza “le nuove graduatorie di circolo e di istituto di terza fascia sostituiscono integralmente quelle vigenti nel triennio scolastico precedente e hanno validità per il triennio scolastico 2024/2025, 2025/2026 e 2026/2027.” Avranno dunque ancora validità triennale. Gli aspiranti, già inseriti, che per il medesimo profilo professionale hanno maturato i requisiti dei 24 mesi per inserirsi nelle relative graduatorie permanenti, una volta presentata la domanda verranno cancellati dalle graduatorie ATA di terza fascia (con riferimento a quello stesso profilo professionale).

Non potranno presentare domanda riguardante la terza fascia ATA, a pena di nullità della stessa, coloro che risultano già inseriti per lo stesso profilo professionale nelle graduatorie ATA 24 mesi. Resta ferma per loro comunque la possibilità di poter cambiare provincia. In questo caso il passaggio dovuto prevede il depennamento dalle graduatorie permanenti e l’inserimento nella nuova provincia d’interesse delle graduatorie ATA di terza fascia, per poi tornare negli elenchi ATA 24 mesi col bando che uscirà nel 2025.

 

Confermato il certificato internazionale di alfabetizzazione digitale

Come titolo di accesso obbligatorio per la terza fascia ATA è confermato il possesso della certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale per tutti i profili ad eccezione del collaboratore scolastico.

L’obbligatorietà vale sia per i nuovi inseriti sia per chi è già presente negli elenchi, a prescindere che sia stato già svolto servizio o meno. Chi non ne sarà in possesso entro la data di scadenza del termine di presentazione della domanda (20 giugno) potrà acquisirla e presentarla entro il 30 aprile 2025. Decorso tale termine gli aspiranti decadono dalle graduatorie. Nel frattempo potranno comunque essere conseguite supplenze.

 

Operatore scolastico

Per quanto riguarda il nuovo profilo dell’operatore scolastico i requisiti richiesti sono i seguenti:

  • attestato di qualifica professionale di operatore dei servizi sociali e certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale, o in alternativa
  • diploma di qualifica triennale rilasciato da un istituto professionale o “Certificato di competenze” relativo al primo triennio del percorso di studi di cui al d.lgs. n. 61 del 2017 – con promozione alla classe IV – da cui emerga il raggiungimento delle abilità, conoscenze e competenze minime necessarie per il superamento del predetto periodo di istruzione unitamente a certificazione internazionale di alfabetizzazione digitale e certificazione di competenze socio-assistenziali.

FONTE: “Scuolainforma”

ARTICOLO DI: Sabrina Maestri

26/4/2024