Immissioni in ruolo 2022/23, domanda su Istanze Online con espressione preferenze sede (SECONDA FASE)

Il Ministero dell’Istruzione ha provveduto a pubblicare la guida riguardante la scelta delle scuole (seconda fase delle immissioni in ruolo).

A prescindere dalle tempistiche diverse in ogni Regione, la timeline stabilita dal Ministero dell’Istruzione vorrebbe che la procedura ordinaria delle assunzioni si concludesse entro il 2 agosto.

La relativa seconda procedura informatizzata su Istanze Online è rivolta a coloro che hanno avuto assegnata la provincia, chiamati ora ad esprimere le proprie preferenze di sede in tale ambito provinciale.

La presentazione della domanda per le immissioni in ruolo sarà considerata ‘completata’ in maniera corretta solamente se l’istanza verrà inoltrata: come si sa, tutte le domande che vengono inserite nel sistema ma non inoltrate, non sono considerate valide.

Successivamente all’invio della domanda, l’aspirante potrà effettuare le seguenti operazioni:

  • Verificare la ricezione di una mail contenente la conferma dell’inoltro e la domanda in formato PDF
  • Verificare che accedendo in visualizzazione sull’istanza, la stessa si trovi nello stato “Inoltrata”
  • Accedere alla sezione “Archivio” presente sulla homepage personale di Istanze online e verificare che il modulo domanda contenga tutte le informazioni.
Guida Ministero Istruzione su compilazione domanda su Istanze Online

Accedendo alla propria domanda, il candidato potrà trovare indicazioni riguardanti:

  • i turni di convocazione ai quali potrà partecipare
  • il periodo nel quale può inoltrare la domanda
  • la provincia della domanda
  • lo stato della domanda.

Gli aspiranti al ruolo devono presentare la domanda nella finestra temporale precisa che ciascun USR indica tramite avviso. Ecco perchè è fondamentale controllare MATTINA e SERA il sito dell’USR di riferimento.

La piattaforma chiederà all’aspirante al ruolo se intende procedere con la presentazione della domanda oppure se intende esprimere la propria rinuncia all’individuazione.

Attenzione! In tutti e due i casi, il docente dovrà procedere all’invio della domanda, altrimenti sarà soggetto ad assegnazione d’ufficio.

  1. Qualora l’aspirante decidesse di rinunciare alla procedura, dovrà effettuare l’inoltro della propria rinuncia.
  2. Nel caso in cui, invece, l’aspirante decidesse di procedere con la domanda, nella parte alta della schermata, saranno visibili i dati della nomina.

Per poter procedere all’inserimento delle sedi, l’aspirante dovrà cliccare su “Aggiungi scuola”. La piattaforma su Istanze Online permetterà di eseguire le seguenti operazioni:

  • Selezionare dal menu “Comune”, ovvero il Comune preferito all’interno della provincia. Cliccando su “Cerca” il sistema prospetterà l’elenco delle scuole relative alla posizione del candidato
  • Inserire, dopo aver selezionato il comune che è sempre obbligatorio, il codice meccanografico e/o la denominazione della sede

L’aspirante, successivamente, avrà la possibilità di indicare le sedi preferite, una alla volta oppure tutte insieme: cliccando su “Seleziona”, potrà inserirle nella domanda.

In seguito, qualora lo dovesse ritenere opportuno, potrà cambiare comune e scegliere altre scuole. Per chiudere la maschera di inserimento è necessario cliccare sul tasto “Chiudi”.

Le sedi mostrate sono relative all’insegnamento per il quale è stato individuato. Non esiste un numero minimo di sedi da indicare. L’interessato potrà quindi inserire nell’istanza tutte le scuole che preferisce.

L’USR ha pubblicato le disponibilità delle sedi per permettere agli aspiranti una scelta consapevole, ma c’è la possibilità di inserire nell’istanza anche le sedi che non presentano posti disponibili secondo quanto pubblicato: in teoria le disponibilità fornite dovrebbero essere definitive, ma non sono mancati casi anche di ripubblicazioni con correzioni sui posti dichiarati.

L’aspirante al ruolo potrà indicare le proprie preferenze mettendo in ordine le sedi grazie alle frecce situate a destra (sopra il pulsante “Aggiungi Scuola”). Inoltre, potrà eliminare una o più sedi con il l’icona bidone.

Nella sezione “Tipi disponibilità”, l’utente potrà indicare le disponibilità ad accettare l’incarico per cattedre esterne e/o serali e/o carcerarie e/o licei europei e/o ospedalieri. La compilazione è opzionale.
L’elenco dei tipi disponibilità è completo di tutte le disponibilità opzionali, anche se non relative al grado di istruzione per il quale si è stati individuati. Qualora non venga indicata la disponibilità su uno o più tipi disponibilità e sulla sede fosse disponibile solo una di queste tipologie, tale sede non sarà assegnata all’aspirante.

Nella sezione “Scelta Comune” l’aspirante sarà obbligato ad inserire un Comune della provincia. Tale scelta sarà utilizzata come Comune di preferenza qualora le sedi indicate non risultassero disponibili.

FONTE: “Scuolainforma”

ARTICOLI DI: Luigi Rovelli e Sabrina Maestri

25/7/2022

Cliccando qui, si aprirà la guida del Ministero presente in Istanze Online.