Elezioni politiche del 25 settembre: chiusure, regole, agevolazioni

Le votazioni politiche per il rinnovo della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica si svolgeranno domenica 25 settembre dalle ore 7:00 alle 23:00 (in Sicilia si terranno anche le elezioni per il Presidente della Regione e l’Assemblea regionale siciliana).

Con nota 66031 del 28 luglio scorso il Ministero dell’Istruzione chiede, salvo diverse intese in sede locale, di voler disporre che i locali scolastici, sede degli uffici di sezione elettorale, siano messi a disposizione delle amministrazioni comunali dal pomeriggio di venerdì 23 settembre sino all’intera giornata di lunedì 26 settembre 2022.

  • Nel caso in cui l’intera scuola venga chiusa per la consultazione elettorale, tutte le attività di quella scuola sono sospese, gli alunni rimangono a casa e nessun lavoratore, sia esso dirigente scolastico, Dsga, docente o Ata, è tenuto a prestare servizio, né a recuperare le ore non svolte. Se la consegna della scuola avviene al termine della sessione antimeridiana, quindi si effettua la chiusura dell’edificio a partire dal pomeriggio, non hanno obblighi di servizio i lavoratori (docenti e Ata) impegnati in quella fascia oraria, né sono tenuti ad anticipare o restituire la mancata prestazione.
  • Qualora ci sia la chiusura di una scuola, plesso o sede ubicata nello stesso o in diverso comune, con mantenimento dell’apertura della sede centrale, sono sospese tutte le attività della sola scuola/plesso, ma non quelle della sede centrale. Il personale docente e Ata in servizio nella sede che rimane chiusa non è obbligato ad adempiere a prestazioni lavorativa nella sede centrale salvo non vi siano “effettive e straordinarie esigenze di funzionamento”.
  • Qualora ci sia la chiusura di un singolo plesso o succursale di una scuola con più sedi, ma non della sede centrale, sono sospese tutte le attività degli alunni di quel singolo plesso o succursale, ma non quelle delle altre sedi della scuola. Anche in questo caso il personale docente e Ata non è tenuto, nei giorni lavorativi di chiusura, a prestare servizio nelle altre sedi salvo non vi siano “effettive esigenze di funzionamento” (es. sostituzioni di assenti).
  • Qualora ci sia la chiusura di una parte dell’edificio scolastico, ovvero sospensione delle lezioni/attività didattiche, ma senza la chiusura della presidenza e segreteria, in questo caso gli alunni rimangono a casa e i docenti non hanno obblighi di insegnamento; c’è l’obbligo di partecipare alle attività funzionali e collegiali, nonché a quelle aggiuntive, se già programmate nel piano annuale delle attività, secondo l’orario definito e se compatibili con la disponibilità dei locali. Con l’apertura della presidenza e della segreteria il personale Ata resta in servizio per le esigenze di funzionamento. L’utilizzo del personale, non può essere stabilito in via unilaterale ma sempre regolato nel contratto integrativo di istituto. Qualora ci sia la chiusura di un piano o ala dell’edificio, coincidente con la locazione delle aule di un solo grado di istruzione, le lezioni si svolgeranno per gli alunni che si trovano nel settore non interessato con i docenti in regolare servizio, secondo l’orario programmato.
Agevolazioni per i viaggi ferroviari, marittimi, autostradali, aerei

Per il personale della scuola fuori sede, che dovrà spostarsi a votare nel proprio comune di iscrizione elettorale, saranno previste delle agevolazioni tariffarie per i viaggi ferroviari, via mare, autostradali e con aereo per recarsi a votare.

Nelle circolari n. 99/2022 e n. 100/2022 del Dipartimento per gli Affari interni e territoriali – direzione centrale dei Servizi elettorali – sono indicate, sia per gli elettori residenti in Italia che per quelli residenti all’estero, le condizioni agevolate, i termini e le modalità di acquisto dei biglietti di viaggio ferroviari, marittimi e aerei, e le agevolazioni autostradali.

a) viaggi ferroviari

I biglietti, con l’agevolazione per gli elettori, possono essere acquistati per viaggi da effettuare nell’arco temporale di venti giorni dal giorno di votazione. Tale periodo decorre, per il viaggio di andata, dal decimo giorno antecedente il primo giorno di votazione (compreso) e per il viaggio di ritorno fino alle ore 24 del decimo giorno successivo al giorno della consultazione elettorale, questo (escluso). Pertanto, per le consultazioni del giorno 25 settembre, il viaggio di andata potrà essere effettuato dal 16 settembre 2022 e quello di ritorno non oltre il 5 ottobre 2022.

  • La società Trenitalia spa rilascerà biglietti nominativi di andata e ritorno, con la riduzione del 60% sulle tariffe regionali, e del 70% sul prezzo base per tutti i treni del servizio nazionale (Alta Velocità Frecciarossa e Frecciargento, Frecciabianca, Intercity, Intercity notte) e per il servizio cuccette. Le riduzioni sono applicabili per la 2^ classe e per il livello di servizio standard. Tutte le info sono consultabili sul sito www.trenitalia.com.
  • La società Italo – Nuovo Trasporto Viaggiatori spa consentirà agli elettori di acquistare i biglietti ferroviari per viaggi da effettuarsi verso la località della propria sede elettorale di iscrizione o comunque verso località limitrofe, con una riduzione pari al 70% per l’acquisto di biglietti ferroviari emessi con le offerte Flex, Extratempo e Bordo e del 60% per l’offerta Economy. Il rilascio dei biglietti a prezzo ridotto verrà effettuato presso le biglietterie di stazione Italo, il contact center “Pronto Italo”, e sul sito www.italotreno.it.
  • La società Trenord srl, operante in Lombardia, applicherà la riduzione del 60% sul prezzo dei biglietti ferroviari ai soli viaggi effettuati a tariffa regionale, in 2^ classe. I biglietti a tariffa agevolata potranno essere acquistati presso le biglietterie di stazione e a bordo treno. Per ulteriori informazioni di maggior dettaglio è consultabile il sito www.trenord.it.
b) viaggi via mare

Le società Compagnia Italiana di Navigazione spa, GNV spa, Grimaldi Euromed spa, società Navigazione Siciliana ScpA e NLG – Navigazione Libera del Golfo applicheranno agli elettori, che si recheranno a votare nel proprio comune di iscrizione elettorale, la tariffa agevolata che prevede la riduzione del 60% del nolo passeggeri della sola tariffa ordinaria; nel caso di elettori che abbiano diritto alla tariffa in qualità di residenti, si applicherà la tariffa residenti, a eccezione dei casi in cui la tariffa elettori risultasse più vantaggiosa.

c) agevolazioni autostradali

L’Associazione italiana società concessionarie autostrade e trafori (Aiscat) informa che le concessionarie autostradali aderiranno alla richiesta di esenzione dal pagamento del pedaggio su tutta la rete nazionale, con esclusione delle autostrade controllate con sistema di esazione di tipo “aperto”, agli elettori italiani residenti all’estero sia per il viaggio di raggiungimento del seggio elettorale sia per quello di ritorno.

La validità dell’agevolazione avrà inizio, per il viaggio di andata, dalle ore 22,00 del quinto giorno precedente quello della consultazione e, per quello di rientro, dal giorno delle operazioni di voto fino alle ore 22,00 del quinto giorno successivo alla conclusione delle operazioni stesse.

d) acquisto di biglietti aerei

La compagnia Italia Trasporto Aereo spa  (ITA Airways), in occasione delle elezioni politiche del 25 settembre p.v. concederà agevolazioni tariffarie a coloro che sceglieranno il trasporto aereo per raggiungere il comune di residenza per esercitare il proprio diritto di voto. Tutte le informazioni utili al seguente link.

FONTE: “La Tecnica della Scuola”
ARTICOLI DI: Redazione + Lara La Gatta
13, 14 e 19/9/2022