__BROADCAST__GAEGPSGraduatorie d'istitutoSupplenze

Supplenze da graduatorie GAE, GPS e GI: come regolarsi?

 

Supplenze da graduatorie ad esaurimentograduatorie provinciali e da graduatorie di istituto, molti aspiranti docenti hanno dei dubbi in merito alla possibilità o meno di lasciare un incarico di supplenza per un’altra nomina con contratto determinato.

 

Convocazione e accettazione della supplenza da Graduatoria d’Istituto

Le scuole convocano i soli aspiranti che siano parzialmente occupati o inoccupati. La normativa di riferimento sono i commi 1, 2 e 3 dell’articolo 13 dell’OM 112/22. Per le supplenze pari o superiori a 30 giorni, la proposta va trasmessa con un preavviso di almeno 24 ore e l’accettazione viene acquisita telematicamente. Il termine per la presa di servizio è di 24 ore, salvo i casi previsti dalla normativa vigente. Per le supplenze inferiori a 30 giorni la proposta di assunzione deve essere trasmessa con un preavviso di almeno 12 ore.

Come illustra l’OM 112/2022 art. 13 c. 4, la proposta di assunzione deve contenere:

  1. i dati essenziali relativi alla supplenza: data di inizio, durata, orario complessivo settimanale, distinto con i singoli giorni di impegno;
  2. il giorno e l’ ora entro cui tassativamente deve pervenire il riscontro alla convocazione;
  3. le indicazioni di tutti gli idonei contatti della scuola.

Nel caso di comunicazione multipla diretta a più aspiranti, essa deve contenere:

  1. l’ ordine di graduatoria in cui ciascuno si colloca rispetto agli altri convocati;
  2. la data in cui sarà assegnata la supplenza, di modo che gli aspiranti che hanno riscontrato positivamente l’offerta e non sono risultati assegnatari della supplenza possano considerarsi liberi da ogni vincolo di accettazione.

Rinunce e sanzioni per supplenze conferite da GI

Quali sono le sanzioni in caso di rinuncia, mancata assunzione di servizio o abbandono? In base a quanto descritto dal comma 2 dell’art 14 dell’OM 112/2022 possiamo riassumere così:

  • Rinuncia a una proposta di contratto o alla sua proroga o conferma anche a titolo di completamento, su posto comune: comporta solo per gli aspiranti che non hanno già fornito accettazione per altra supplenza, la perdita della possibilità di conseguire supplenze, nel relativo anno scolastico, dalla specifica graduatoria di istituto sia per il medesimo insegnamento che per il relativo posto di sostegno dello stesso grado di istruzione.
  • Rinuncia ad una proposta di assunzione o alla sua proroga o conferma anche a titolo di completamento, per posto di sostegno: comporta, solo per gli aspiranti specializzati che non hanno già fornito accettazione per altra supplenza, la perdita della possibilità di conseguire supplenze dalla specifica graduatoria di istituto sia per il medesimo posto di sostegno che per tutte le tipologie di posto o classi di concorso del medesimo grado di istruzione;
  • Mancata prese di servizio dopo laccettazione o la mancata risposta: sia la mancata presa di servizio nei termini previsti, che la mancata risposta ad una qualsiasi proposta di contratto per cui la comunicazione effettuata dalla scuola debba considerarsi effettivamente pervenuta al destinatario, corrispondono alla rinuncia esplicita.
  • Abbandono del servizio: comporta la perdita della possibilità di conseguire supplenze sulla base delle GI per tutte le graduatorie classi di concorso/tipologie di posto di ogni grado di istruzione, per l’intero periodo di vigenza delle graduatorie medesime.

 

Supplenze da GAE, graduatorie provinciali e graduatorie di istituto: quando si può lasciare un incarico per un altro?

In merito alle diverse casistiche, ad esempio, non è possibile lasciare una supplenza dalle graduatorie ad esaurimento o dalle graduatorie provinciali per un’altra supplenza, sempre da GAE o GPS, o da graduatorie di istituto. Nel caso di spezzone orario resta la possibilità di completare l’orario secondo quanto previsto dall’Ordinanza Ministeriale 112 del 6 maggio 2022.

Viceversa, è sempre possibile il percorso contrario. Ovvero è sempre possibile lasciare una supplenza da graduatorie di istituto per una supplenza che è stata conferita da GAE o GPS, sulla medesima classe di concorso oppure su classe di concorso/posto diverso. È bene sottolineare, comunque, che il docente che abbia una supplenza in corso da graduatorie di istituto può rifiutare un possibile incarico da GAE o GPS, mantenendo la supplenza in essere senza incorrere in sanzioni.

Non è mai possibile, invece, lasciare una supplenza ‘breve’ da graduatorie di istituto per un altro incarico, sempre da graduatorie di istituto. Per esempio, il docente che ha una supplenza fino a dicembre di 7 ore, non può mai lasciarla per un’altra supplenza, anche se più lunga, (esempio scadente a marzo), e anche se è per più ore (esempio 18). Nel caso di spezzone orario resta la possibilità di completare l’orario secondo quanto previsto dall’O.M. 112 del 6 maggio 2022.

 

FONTE: “Scuolainforma”

ARTICOLI DI: Claudia Scalìa e Luigi Rovelli

11/9/2023 e 14/9/2023