__BROADCAST__Concorsi scuola

PROVA ORALE concorso ordinario secondaria: chiarimenti su lezione simulata e domande disciplinari

Fonte: Obiettivo Scuola

Si stanno svolgendo in questi giorni le prove scritte dei concorsi ordinari per infanzia/primaria e per la scuola secondaria.

 

In questo articolo vediamo come si svolgerà la prova orale nel caso del concorso per la scuola secondaria.

 

Prova orale per posto comune

La prova orale per i posti comuni è volta ad accertare:

  • le conoscenze e le competenze del candidato sulla disciplina della classe di concorso per la quale partecipa, secondo quanto previsto dall’Allegato A
  • le competenze didattiche generali
  • la relativa capacità di progettazione didattica efficace – anche con riferimento all’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali, finalizzato al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti;
  • a tal fine, nel corso della prova orale si svolge altresì un test didattico specifico, consistente in una lezione simulata.

 

La prova orale ha una durata massima complessiva di 45 minuti salvo il caso in cui sia prevista la prova pratica (per la durata della prova pratica occorre fare riferimento a quanto indicato nell’Allegato A sui programmi). La durata della lezione simulata non può essere superiore alla metà dell’effettiva durata della prova orale.

La prova orale per i posti comuni e di sostegno valuta altresì la capacità di  comprensione conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue ad eccezione dei candidati per le classi di concorso A-24, A-25 e B-02 per la lingua inglese. Per queste classi di concorso infatti la prova orale è condotta nella lingua straniera oggetto di insegnamento.

 

Prova orale per posto di sostegno

La prova orale per i posti di sostegno:

  • verte sul programma di cui al medesimo Allegato A
  • valuta la competenza del candidato nelle attività di sostegno all’alunno con disabilità volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità, anche mediante l’impiego didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali;
  • a tal fine nel corso della prova orale si svolge altresì un apposito test didattico specifico, consistente in una lezione simulata.

 

 

 

Tracce

Le domande disciplinari e le tracce relative alla lezione simulata sono predisposte da ciascuna commissione giudicatrice secondo i programmi previsti del Decreto ministeriale (Allegato A).

  • Prima dell’inizio di ciascuna sessione di prove orali, le commissioni determinano i quesiti da porre ai singoli candidati, nella misura del triplo dei candidati da esaminare; tali quesiti sono proposti a ciascun candidato previa estrazione a sorte all’inizio della prova.
  • La traccia da sviluppare per svolgere la lezione simulata è invece estratta dal candidato 24 ore prima dell’orario programmato per la propria prova; qualora il candidato non sia presente all’ora prevista per l’estrazione, la commissione procede all’estrazione della traccia e ne dà comunicazione al candidato a mezzo di posta elettronica, all’indirizzo indicato nella domanda di partecipazione al concorso. Le commissioni predispongono le tracce relative alla lezione simulata in numero pari a tre volte quello dei candidati ammessi alla prova orale. Le tracce estratte sono escluse dai successivi sorteggi.

 

Voto della prova orale

La commissione assegna alla prova orale un punteggio massimo complessivo di 100 punti, sulla base dei quadri di riferimento per la valutazione della prova orale predisposti dalla Commissione Nazionale. La prova è superata dai candidati che conseguono un punteggio non inferiore a 70 punti.

Nei casi in cui l’Allegato A del Decreto ministeriale preveda lo svolgimento della prova pratica nell’ambito della prova orale, la commissione ha a disposizione 100 punti per la prova pratica e 100 punti per il colloquio. Il voto della prova orale è dato dalla media aritmetica delle rispettive valutazioni. Superano la prova orale i candidati che conseguono un punteggio complessivo minimo di 70 punti su 100.

 

Comunicazione del voto

Al termine di ogni seduta, la commissione giudicatrice forma l’elenco dei candidati esaminati con l’indicazione dei punteggi conseguiti da ciascun candidato che ne riceve immediata comunicazione attraverso il Portale Unico del reclutamento. L’USR che gestisce la procedura ne dà avviso sul proprio sito.

 

Per la raccolta delle tracce vi rimandiamo al link all’inizio del post.